Cerri sollevato dall’incarico di direttore sportivo. L’ex bandiera e capitano dei biancoverdi: “il mio non è un addio ma un arrivederci e Monopoli è casa mia”

Nessuna polemica con la società. Alla base del divorzio le diversità di vedute con l’allenatore Scienza

 

Con uno scarno comunicato stampa il Monopoli ha reso noto di aver sollevato dall’incarico di direttore sportivo Massimo Cerri, una bandiera ed ex capitano della compagine biancoverde degli anni ’80. Una decisione che era nell’aria perché i rapporti con l’allenatore Beppe Scienza si erano deteriorati nel corso della stagione sportiva. Cerri, raggiunto telefonicamente a Tortoreto in Abruzzo, dove è in vacanza con la famiglia, non ha intenzione di alimentare polemiche nè sbattere la porta perché dice “sono troppo legato alla piazza". "Mi tengo l'ottimo campionato svolto - sottolinea - anche se mi è stato impedito di stare con la squadra negli ultimi due mesi che hanno preceduto lo spareggio con la Ternana". Insomma, Cerri non sbatte la porta ma fa una promessa: “il mio non è un addio ma un arrivederci e chissà tra qualche anno potrei tornare nuovamente al Monopoli”. Intanto, l'ex centrocampista dal tiro al fulmicotone ha già prenotato 20 giorni di vacanza presso una struttura ricettiva del centro storico monopolitano nel prossimo mese di settembre. Il rapporto con la gente di Monopoli rimarrà ben saldo.