Il Monopoli è corsaro per la prima volta, Picerno ko con finale non per deboli di cuore. Ora è quarto posto

La squadra biancoverde s’impone per 1-2; doppio vantaggio biancoverde con Montini e Piccinni, poi rete di Diop

 

Il Monopoli vince la prima partita in trasferta dopo le due sconfitte di Crotone e Castellamare di Stabia e ne fa le spese il Picerno, alla prima battuta d’arresto in casa per 1-2. Una gara che la squadra biancoverde stava portando a casa con assoluta tranquillità fino a 5’ dalla fine dopo il vantaggio di Montini (terzo gol stagionale, nella foto di Gabri Latorre mentre l’attaccante scocca il tiro di sinistro) al 32’ del primo tempo e il raddoppio di Piccinni (entrato in campo da poco) al 25’ della ripresa. Al 40’, appunto, una disattenzione difensiva sul lato destro del pacchetto arretrato dei monopolitani ha permesso a Diop (anch’egli subentrato nella ripresa) di dimezzare le distanze e riaprire la partita che sembrava praticamente in cassaforte. E nel concitato finale del recupero il Picerno è andato vicinissimo ad un insperato pareggio se il tiro di Santarcangelo non si fosse stampato contro la traversa (con Nocchi che ha sfiorato la palla) e Diop, nella ribattuta, non avesse calciato con più forza permettendo a Nocchi di bloccare la sfera. Nocchi che ha pure respinto un rigore al 39’ del primo tempo, calciato da Esposito sul punteggio di 0-1. Con i tre punti il Monopoli sale al quarto posto in classifica a quattro punti dalla coppia di testa Catanzaro e Crotone.

 

La cronaca. L’inizio di gara vede subito all’attacco il Picerno che colleziona quattro calci d’angolo nel giro di 10 minuti, alcuni dei quali pericolosi davanti a Nocchi. All’11’ una punizione di Reginaldo si perde di poco oltre la traversa. Il Monopoli, sceso in campo con tre centrocampisti (Vassallo, De Risio e Bussaglia), si affaccia nell’area lucana al 16 e l’ex De Franco rischia l’autorete. Al 32’ la squadra biancoverde passa in vantaggio: l’azione parte da De Santis (buona prestazione la sua) che lancia al limite dell’area Fella che smista verso l’accorrente Montini. Dribbling su un avversario e sinistro che non lascia scampo a Crespi. Al 39’ il rigore del Picerno: sul tiro di Golfo c’è il braccio largo di Bizzotto (oggi alle prese con alcune incertezze) che si prende  anche l’ammonizione. Sul dischetto va Esposito che su vede respingere il pallone da Nocchi, rimasto fermo fino all’ultimo. La ribattuta di Pitarresi, pressato da un giocatore biancoverde, si perde a lato. Al 40’ sale nuovamente in cattedra il portiere monopolitano che smanaccia un destro velenoso da fuori area di esposito. Nella ripresa il Picerno si presenta con la novità di Finizio che prende il posto dell’ex Novella, infortunato. La prima azione pericolosa è di Rolando, il cui destro sfiora la traversa. Stesso esito per un colpo di testa di Reginaldo, stretto nella morsa difensiva monopolitana. Anche il temibile Kouda è impalpabile e, difatti, mister Longo lo sostituisce con Gerardi (un altro ex). Nel Monopoli escono Fella e Rolando ed entrano Simeri (prestazione opaca) e Starita, poi è la volta di Piccinni (esce Bussaglia). Al 17’ un’altra paratona di Nocchi che toglie la palla dall’incrocio su colpo di testa del piccolo Golfo. La risposta dei biancoverdi è affidata a Piccinni che intende servire a centro area Starita, ma un difensore lucano respinge provvidenzialmente la palla in calcio d’angolo. Al 25’ il Monopoli raddoppia: una respinta deel portiere Crespi trova ben appostato ai limiti dell’area Piccinni che inventa un delizioso pallonetto per lo 0-2. Al 28’ parata di Nocchi su conclusione di Pitarresi. Altre sostituzioni nelle file lucane e poi il concitato finale, già raccontato.