Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Indiveri conferma le dimissioni e nessuna gestione collegiale: il Pd si avvia al commissariamento

Molti assenti all’assemblea degli iscritti del circolo di Monopoli e dibattito vivace tra le varie ‘anime’

Il segretario Feliciano Indiveri conferma le dimissioni e non ci sarà alcuna gestione collegiale. Il Partito Democratico di Monopoli si avvia, pertanto, al commissariamento che, comunque, sarà deciso dai vertici provinciali e regionali del partito. E’ questa la sintesi di quanto accaduto nella lunga riunione dell’Assemblea degli iscritti svoltasi nella serata di venerdì 6 luglio nella sede di via Roma. All’incontro era presente poco più della metà degli iscritti e per questo motivo si è deciso di far svolgere il dibattito nella sede di via Roma anziché nel salone della parrocchia di Sant’Antonio come inizialmente fissato. La discussione si è subito animata quando è stata presentata la proposta di respingere le dimissioni di Indiveri e di affidare la gestione collegiale del partito nelle persone di Indiveri, Paolo Comes, Giampiero Risimini e Dario Danese con il compito di procedere ad un nuovo tesseramento e di avviare una riorganizzazione del PD in vista di un nuovo congresso di Circolo per il rinnovo delle cariche. In effetti le dimissioni del segretario sono state respinte ma ad alcuni iscritti, a cominciare dal ‘renziano’ Stefano Carbonara, non è piaciuta la maniera con la quale si era decisa la scelta del ‘quadrunvirato’. A quel punto Indiveri ha confermato le sue dimissioni in maniera irrevocabile rimandando ai vertici provinciali (il segretario Pagano) e regionali (Lacarra) la decisione sul destino del circolo monopolitano. Potrebbe esserci la nomina di un commissario esterno oppure convincere Indiveri a rimanere in sella. “Se la situazione resta quella attuale – afferma il dimissionario segretario a Monopoli Libera – le mie dimissioni rimarranno irrevocabili”.