Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un 44enne alcolizzato monopolitano aggredisce medico in ospedale e finisce agli arresti domiciliari

L’uomo è accusato di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, lesioni, violenza privata e interruzione di pubblico servizio 

 

Un 44enne alcolizzato e pluripregiudicato monopolitano è finito agli arresti domiciliari presso una comunità terapeutica per aver aggredito un medico ortopedico in servizio all’ospedale San Giacomo di Monopoli. L’uomo, accusato di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, lesioni, violenza privata e interruzione di pubblico servizio, aveva preso di mira il medico di turno presso il pronto soccorso, pretendendo un certificato senza rispettare il suo turno, e poi aggrediva con calci e pugni l’ortopedico contro cui lanciava una scrivania, causandogli lesioni guaribili in 30 giorni. Le indagini, la ricostruzione meticolosa dell’accaduto ed il piano di vigilanza delle strutture ospedaliere messo in atto dai poliziotti del locale Commissariato della Polizia di Stato hanno consentito di evitare ulteriori azioni violente e di arrestare il 44enne. Nel mese di febbraio scorso, sempre nell’ospedale di Monopoli, vi era stata un’altra da parte di un giovane di 31enne monopolitano con problemi legati all’assunzione di sostanze stupefacenti. La perquisizione nell’abitazione del ragazzo consentiva il sequestro della mazza da baseball utilizzata all’interno del presidio per minacciare i sanitari e di una piccola quantità di droga per uso personale; il ragazzo, oltre a essere stato segnalato alla Prefettura di Bari, è stato deferito all’A.G. in stato di libertà per i reati di minaccia, di violenza privata e di interruzione di pubblico servizio. Il piano di vigilanza alle strutture sanitarie cittadine continua incessantemente nell’ambito anche di una rimodulazione dei servizi di sicurezza urbana, concordati recentemente in una riunione operativa effettuata con il Comando della Polizia Locale.