Esposto sul Pug: alle battute finali le indagini della Guardia di Finanza

Massimo riserbo degli inquirenti

Sarebbero alle battute finali le indagini della Guardia di Finanza di Monopoli, incaricata dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Bari di far luce sull’esposto, presentato dai partiti di opposizione, appoggiati da Rifondazione comunista, Iosud ed altri movimenti non rappresentati in consiglio comunale, a proposito dell’iter riguardante il Pug approvato nell’ottobre scorso. Poi tutto l’incartamento andrà nelle mani del magistrato Francesca Pirrelli che dovrà decidere se archiviare o andare avanti nell’attività giudiziaria. Come è noto, nell’esposto-denuncia presentato lo scorso anno alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Bari si erano ipotizzati i reati di falso ideologico e truffa o, in subordine, di tentata truffa “nei confronti – si leggeva nella richiesta – di coloro che l’autorità giudiziaria riterrà responsabili per le azioni svolte, per eventuali omissioni di controllo o semplicemente in relazione ai ruoli e le cariche ricoperti nella vicenda”. Una vicenda sulla quale vige il massimo riserbo da parte degli inquirenti.