Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monopoli, addetto alla sicurezza arrestato per tentata estorsione e lesioni personali pluriaggravate

I fatti si riferiscono ad un’aggressione avvenuta nell’estate 2023 nella zona balneare del Capitolo

 

 

Un addetto alla sicurezza di una società privata è stato arrestato dai carabinieri di Monopoli per presunta tentata estorsione e lesioni pluriaggravate in concorso. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Bari ed hanno consentito di evidenziare i gravi indizi di colpevolezza utili per la richiesta dell’emissione della misura cautelare. Dalla ricostruzione dei fatti, supportati dalla denuncia delle vittime e dall’ascolto di persone informate in merito ad un’aggressione avvenuta il 22 luglio 2023 in danno di due fratelli di Alberobello, rispettivamente di 22 e 18 anni, che si trovavano presso un lido in contrada Capitolo, dove si stava svolgendo un evento musicale, è emerso che l’uomo arrestato, di 50 anni nativo di Noicattaro, dopo aver sorpreso i due giovani all’interno dell’area del citato evento, dove si erano introdotti abusivamente, avrebbe preteso somme di denaro per consentirgli di allontanarsi. Al rifiuto dei giovani di consegnare il denaro, l’addetto alla sicurezza avrebbe aggredito il più giovane dei due e, successivamente, anche il fratello maggiore procurando ad entrambi traumi facciali giudicati guaribili con prognosi fino a 30 giorni. Il 50enne, dopo essere stato rintracciato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’interrogatorio di garanzia.