Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

‘Gèghènidde’ entra nel club dei ‘centenari’: ecco gli stralci di una vita trascorsa con rettitudine, sacrificio e lavoro

Il monopolitano Cosimo Aprile festeggia i 100 anni con una cerimonia religiosa che si svolge in Cattedrale alle ore 19 del 19 maggio

 

Monopoli festeggia oggi 19 maggio un suo cittadino che compie 100 anni. E’ Cosimo Aprile (riquadro in alto a sinistra), conosciuto da tutti come ‘Gèghènidde’, titolare di un negozio di vestiti e tessuti nell’ex Largo Monsignore, ora piazza Manzoni (riquadro in alto a destra). Di lui si ricorda un particolare evidenziato in un post apparso sulla pagina Facebook dello storico e scrittore monopolitano Stefano Carbonara: nella cartolina d’epoca che ritrae lo scenario della spiaggia di Cala Portavecchia, il ragazzo in primo piano, allora dodicenne, è proprio lui. Nel post Carbonara racconta i tratti principali della sua vita: la partecipazione alla II Guerra Mondiale e la fuga dal treno, avvenuta nel 1943, mentre viene deportato nei campi di concentramento in Germania. Due anni dopo Aprile avvia a Monopoli l’attività di commercio di tessuti e vestiti in due negozi quasi attigui in piazza Manzoni. Il negozio di tessuti è il punto di rifornimento dei sarti e dalle sarte di Monopoli, l’altro fornisce vestiti. “Negli anni ’50 - prosegue lo storico Carbonara - organizza l’Associazione dei Commercianti ed è eletto consigliere comunale socialista con 322 voti quando a Monopoli è sindaco Angelo Sorino e i socialisti sono guidati da Franchino Annese, detto la ‘Tromba’, per il simbolo utilizzato”. Da pensionato non si sottrae agli inviti che gli vengono rivolti per parlare della sua vita: “esempio di rettitudine, sacrificio e lavoro” scrive Carbonara. Nonostante la veneranda età Aprile continua la sua lettura quotidiana del giornale così come raccontano alcuni frequentatori dell’edicola di piazza Manzoni, che lo vedono arrivare dalla sua abitazione. Insomma, un uomo dalla mente lucidissima e che mantiene una buona forma fisica. “Qualche giorno fa – sottolinea Carbonara nel post - salendo a piedi tantissimi gradini, mi ha condotto sulla terrazza della sua casa ai piedi del campanile della Cattedrale per farmi ammirare l’immagine della Madonna della Madia”. Ecco un altro aspetto che ha caratterizzato finora la sua vita: la profonda devozione alla Protettrice di Monopoli. Per riconoscenza nella serata di oggi 19 maggio alle ore 19 in Cattedrale ci sarà una cerimonia religiosa per festeggiare i suoi 100 anni.