Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

Il dipinto della Madonna della Madia, custodito in Cattedrale, è perfettamente conservato

La ricognizione è stata eseguita dall’ispettrice della Soprintendenza ai beni artistici, Di Marzio

 

Il dipinto della Madonna della Madia, custodito nella basilica Cattedrale di Monopoli, è in uno stato di conservazione definito buono dopo l’operazione di ricognizione effettuata il 18 aprile scorso da un’equipe che comprendeva, tra gli altri,  l’ispettore di zona della Soprintendenza ai beni artistici, Antonella Di Marzo e  il restauratore Maurizio Lorenzoni. La ricognizione, secondo quanto riferisce la nota dell’amministratore della parrocchia Cattedrale don Stefano Mazzarisi, ha rilevato che la sacra icona, tempera su tavola, con tela interposta, con dimensioni cm 102 x 66,5, non ha subito particolari variazioni nel suo stato di conservazione rispetto alla verifica effettuata nel 2006 e ai restauri del 1980 che evidenziarono i ritocchi del dipinto fatti nel 1678, ad opera del pittore Vitantonio Mariani, e nel 1688, per mano di Alessandro Barberito e Paolo Ostuni, dopo i danni causati dalla caduta del campanile. Ad eccezione di qualche foro di tarlo, sanato negli interventi precedenti, la cromia si è mantenuta intatta, senza cedimenti di colore. Perfetta anche l’adesione della tela sulle tavole e la tenuta delle tavole stesse, nonché l’incastro nella cornice entro cui è posta l’icona. Buono lo stato di salute anche del retro su cui sono state notate efflorescenze resinose in uscita dai nodi del legno. L’icona sarà esposta, in occasione dell’Anno Mariano per i Novecento Anni dall’approdo, presumibilmente tra luglio e dicembre prossimi.