I consiglieri comunali del Gruppo Misto al sindaco Annese: si tolga l’impalcatura che circonda il Castello Carlo V

Rotondo, Campanelli e Leggiero continuano ad accusare l’amministrazione di scarsa programmazione

 

Un nuovo attacco dei consiglieri comunali del Gruppo Misto Antonio Rotondo, Giuseppe Campanelli e Franco Leggiero al sindaco di Monopoli Angelo Annese e all’Amministrazione che dirige da tre anni a questa parte. Nel sottolineare in una nota l’incapacità di programmazione della stessa, i tre consiglieri sollevano il caso sorto in questi giorni con l’allestimento di un cantiere di lavori al Castello Carlo V, ora circondato da una impalcatura (nella foto). Uno spettacolo indecoroso, a loro dire, proprio in un periodo di afflusso turistico. Di qui l’invito al sindaco di rimuovere l’impalcatura e di rinviare i lavori a fine estate. D’altronde, aggiungono con stupore i tre, vige una delibera di giunta comunale del 2017 (sindaco Emilio Romani e lo stesso Annese assessore ai Lavori Pubblici) con la quale si vietano i cantieri nel centro storico dal 15 giugno al 15 settembre di ogni anno. Rotondo, Campanelli e Leggiero riferiscono che alcuni semplici cittadini hanno ricevuto avvisi dagli uffici preposti di smontare prima del 15 giugno le impalcature anche senza aver ultimato i lavori.  “Sembra di assistere ad un film comico di Toto' – sottolineano - queste leggi valgono per i poveri indifesi cittadini, ma non valgono per chi fa le leggi”. Di qui la richiesta di far smontare subito quella impalcatura rinviando i lavori in un secondo momento.